I 2 voti della scheda delle primarie delle idee

blog La scheda delle primarie delle idee avrà 2 tipi di voto.
Uno classico: un sì e un no per ogni proposta e al massimo si annulla il voto con uno sgorbio o si lascia in bianco. Qui non servono spiegazioni.

Un altro, su suggerimento di Oscar Figus, basato sul metodo Schulze, lo stesso usato dalla piattaforma informatica del Partito dei Pirati, cioè Liquid Feedback.

Come funziona? Chi vuole una spiegazione precisa vada sul link wiki metodo Schulze ma per spiegarlo alla grossa prendiamo una metafora conosciuta da tutti: la Formula uno.

I tre piloti sul podio non sono ugualmente felici: ma anche il secondo e il terzo sono contenti perché anche loro vanno a punti

Immaginiamo che ogni votante sia un gran premio: oggi quando si vota prende un punto chi vince un gran premio e zero punti chi non vince.

Io voto il partito X e solo quello insomma, anche se anche il partito o il candidato Y mi stavano simpatici ma come seconda opzione.

Il metodo Shulze prevede invece che il primo prenda un punteggio maggiore ma anche i migliori piazzati prendano un punteggio anche se inferiore. Un po’ come in formula uno dove chi arriva secondo prende meno di chi arriva primo e più di chi arriva terzo.

Insomma sulla scheda metto al primo posto il partito X ma poi al secondo il partito Y e magari al terzo il partito Z.

Questo significa che un partito che non vince tutti i “gran premi” ma fa tanti buoni piazzamenti può vincere contro un partito che vince qualche gran premio in più ma fa piazzamenti peggiori.

Il metodo Shulze avrà uno scopo preciso allora: mettere in competizione tra loro le idee poste al voto per far vincere non solo in base a quanti sì avranno le idee ma anche in base all’ordine di priorità che i singoli elettori delle primarie daranno.

Esempio: a me possono piacere sia l’idea A sia l’idea B.

Questo in base al voto classico di cui sopra significa che A e B sono a pari voti perché metterò Sì a entrambe.

Ma nella seconda scheda posso scegliere di dare a A priorità 1 e a B priorità 2.

Questo dà una classifica diversa e più accurata.

Ma cosa si fa con le idee che non piacciono?

Su questo la voce wiki su Shulze non è molto chiara: ma semplicemente non avranno punteggio. Insomma sarà come se la macchina è uscita durante il gran premio.

Comunque se l’articolo non è stato chiaro non preoccupatevi: giovedì sera vedrete che questa cosa è molto più semplice a farsi che a spiegarsi.

Advertisements

About Gianni Rubagotti

Videoenciclopedia dell'architettura, dell'urbanistica e del territorio di Paderno Dugnano e del milanese
This entry was posted in primarie delle idee and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to I 2 voti della scheda delle primarie delle idee

  1. Pingback: La scheda delle primarie delle idee | Primarie delle idee

  2. Pingback: Il metodo Shulze come applicato nelle primarie delle idee | Primarie delle idee

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s